Il Palio di Siena

DiSamuel

Il Palio di Siena

Il Palio di Siena ha una lunga tradizione che ancora oggi richiama nella città toscana tanti curiosi da ogni parte d’Italia e non solo. La gara ha come protagonisti le cosiddette contrade, ossia i quartieri di Siena, che si sfidano in una giostra equestre a Piazza del Campo. Il Palio si corre il 2 luglio in onore della Madonna di Provenzano e a metà agosto in onore della Madonna Assunta. Non è l’unica gara di questo genere in Italia, ma rimane la più famosa.

La storia

Bisogna tornare indietro al XII secolo per trovare le prime tracce del Palio: in quell’epoca la gara si chiamava Palo della Lunga e consisteva nell’attraversamento delle vie della città fino a raggiungere il Duomo Vecchio. Il vincitore riceveva per premio un drappo di stoffa preziosa decorato chiamato “pallium” (da cui il termine Palio).

Prima che il Palio assumesse la forma che ha oggi, ossia quella di una competizione tradizionale aperta a tutti, nel periodo medievale e immediatamente successivo, solo i nobili potevano parteciparvi. Verso la fine del 1500 si consolidò l’identità delle contrade così come le conosciamo attualmente: diventeranno, così, protagoniste dei giochi rionali e della gara che ci meraviglia ogni anno.

Info sull'autore

Samuel administrator

Lascia una risposta